10 cose che forse non sai su Gomorra

10 cose che forse non sai su Gomorra 3

Gomorra, la serie TV sul mondo della malavita campana è diventata, nelle sue prime stagioni, un vero e proprio cult. Ispirata all’omonimo romanzo di Roberto Saviano, ha ottenuto un successo clamoroso non soltanto in Italia, ma anche in altri paesi. Ecco 10 curiosità sulla produzione Sky giunta alla sua terza stagione.

GOMORRA 3: DOVE VEDERE LA SERIE TV

Gomorra: 10 curiosità sulla Serie TV

1. L’origine della Serie TV

La serie Tv Gomorra è ispirata all’omonimo romanzo, il cui autore è Roberto Saviano. Non si tratta però di una semplice riproduzione televisiva dell’opera dello scrittore casertano, ma descrive in maniera doviziosa e puntigliosa i luoghi (come ad esempio Scampia) che vengono raccontati nel libro. In aggiunta, il regista di Gomorra ha cercato di approfondire magistralmente la mente criminale dei vari camorristi, ed è riuscito a realizzare una trama seriale delle vicende narrate da Saviano.

2. Chi è il regista di Gomorra?

Il regista della prima stagione di Gomorra è Stefano Sollima, già autore della serie TV ispirata al libro Romanzo Criminale, che ha avuto molto successo. Stefano è il figlio di Sergio, che ha in passato diretto la popolare miniserie Sandokan, interpretata magistralmente da Kabir Bedi. Ma sono ben 4 i registi a supporto della produzione: oltre a Stefano Sollima, Francesca Comencini, Claudio Cupellini e Claudio Giovannesi.

3. Maradona vs Roberto Saviano

La serie Tv Gomorra ha avuto un grande successo. Non mancano però importanti personaggi che hanno criticato la produzione: tra questi l’ex calciatore Diego Armando Maradona, che si è scagliato contro Saviano. Lo scrittore ha risposto alle dure critiche del più grande numero dieci di tutti i tempi, affermando che Maradona forse non conosce a fondo la realtà mafiosa campana e che oltre ad essere mal aggiornato è anche mal consigliato.

4. Il giro del mondo della serie

Gomorra è stata venduta in circa 130 paesi del mondo ed è stata accolta con enorme entusiasmo. Ad esempio il Guardian ha esaltato la Serie TV, paragonando la sua storia a quella di Quei bravi ragazzi di Scorsese. Il The New York Times, invece, ha inserito Gomorra tra le dieci migliori serie tv del 2016.

5. Prima all’estero

Gomorra, prima di andare in onda nel nostro paese, era stata acquistata all’estero. La proiezione della pellicola al Festival di Cannes aveva infatti riscosso un grande successo.

6. Il realismo

La serie TV è stata girata per lo più a Scampia e in alcuni quartieri di Napoli Nord. Gli attori che compaiono nel telefilm sono quasi tutti campani e la maggior parte di essi non sono molto famosi. “Realismo” è stata la parola chiave della produzione: per questo motivo i personaggi parlano spesso in napoletano.

7. Il set di Gomorra

Molte scene sono state riprese in Bulgaria, in particolare a Sofia. Poi, chiaramente, Napoli (centro, Scampia e Secondigliano). Diverse scene inoltre sono state girate anche in Spagna ed in altre parti d’Italia, in particolare a Roma.

8. Gomorra in chiaro sulla Rai

Il 10 Gennaio del 2015 la serie TV è sbarcata per la prima volta in chiaro su Rai 3, invece che su La7 come in principio era stato stabilito. È stata quindi trasmessa di domenica, dopo la puntata di Che tempo che fa.

9. Serie TV dei record

La prima stagione è stata vista da una media di 1 milione di spettatori a episodio diventando, così, la serie Sky più seguita al mondo. Il budget della prima stagione ammontava a circa 14 milioni di euro, salito a 16 milioni e mezzo nella seconda stagione. Gomorra 2 è stata girata in 32 settimane ed ha coinvolto oltre 200 attori, più di 3.500 comparse, una troupe di oltre 600 persone e più di 400 location.

10. Le parodie

Ad alimentare, infine, il successo del telefilm ci sono stati sicuramente alcuni video parodia dei The Jackal. Si tratta di un gruppo comico partenopeo, che è diventato famoso per aver creato dei video di satira, che sono diventati virali nel mondo degli internauti. Questi filmati si possono recuperare su Youtube sotto il titolo degli effetti di Gomorra sulla gente.