WhatsApp attiva la crittografia: cos’è e come funziona

Condivisioni 0

WhatsApp ha attivato la crittografia end-to-end sui messaggi inviati e ricevuti e le chiamate effettuate. Ad annunciarlo la società attraverso una nota rivolta al pubblico, sottolineando l’importanza data alla sicurezza da parte del client di messaggistica istantanea più popolare al mondo, con oltre un miliardo di utenti attivi.

Cos’è la crittografia WhatsApp end-to-end – Lo spiega Whatsapp: “Molte applicazioni di messaggistica criptano i messaggi solo tra te e loro, mentre la crittografia end-to-end di WhatsApp assicura che solo tu e la persona con cui stai comunicando possiate leggere ciò che viene inviato, e che non ci sia nessuno nel mezzo, nemmeno WhatsApp. Ciò avviene perché i messaggi sono protetti con un lucchetto, e solo tu e il tuo destinatario avete la chiave speciale necessaria per sbloccarli e leggerli. Per una maggiore protezione, ogni messaggio inviato ha un proprio lucchetto e una propria chiave unici“.

La crittografia end-to-end è una delle protezioni più efficaci in rete e abbraccia tutto il percorso della comunicazione: dall’invio del messaggio fino alla ricezione finale. Ogni singolo dato viene protetto con una chiave che può essere decifrata solo dai due client coinvolti nella comunicazione.

crittografia-whatsapp

Come si Attiva la crittografia Whatsapp – La crittografia end-to-end è un’opzione attiva di default. L’utente non dovrà compiere alcuna azione per attivare la protezione dei messaggi e verrà informato in ogni conversazione: “I messaggi che invii in questa chat e le chiamate sono ora protetti con la crittografia end-to-end“.