Come diventare Youtuber: consigli per avere successo

Come diventare Youtuber di professione? La risposta è quasi banale: servono passione, originalità ed impegno. Il nostro paese offre tantissimi esempi di persone che ce l’hanno fatta. Ad esempio Favij o i theShow, personaggi da milioni di seguaci hanno fatto dei video il loro mestiere.

La strada potrebbe sembrare complessa ma provare, in realtà, non costa nulla: Youtube è una piattaforma aperta e offre un pubblico potenziale enorme. Vediamo quali sono gli step principali da seguire per tentare il successo sulla piattaforma.

Come diventare Youtuber

Primo step: il tema del canale Youtube

Come prima cosa, cerca di trovare la tua strada e fa’ che sia quella giusta. Ci sono settori totalmente saturi, ma che possono offrire nicchie scoperte. Questo non vuol dire che devi farti piacere un argomento a tutti i costi. È necessario trovare un sentiero poco battuto che sia affine ai tuoi interessi e su cui si possiedi una discreta conoscenza. Diversamente non funzionerebbe. È più facile creare video ispirati a ciò che più ti piace. Una volta trovato l’argomento, mantieni il punto: gli utenti si iscriveranno al tuo canale perché interessati al tema. Non significa che tu non possa fare variazioni, ma cerca di non allontanartene troppo.

Parola d’ordine: originalità

Sfrutta l’argomento che meglio conosci, ma cerca di essere originale. L’obiettivo deve essere quello di costruire un personaggio che abbia un suo tratto distintivo, soprattutto se tratti temi su cui esiste una forte concorrenza. Trova un tuo stile che sia riconoscibile. Cerca di individuare un argomento nuovo da utilizzare come soggetto. Se conosci bene altre lingue, puoi passare in rassegna i canali stranieri più popolari e tradurre format inediti per il nostro paese.

L’attrezzatura

Non è detto che occorra investire grosse cifre per realizzare video di buona qualità, come consigliato da questa guida all’attrezzatura video per YouTube di riparailmiopc.com. In commercio esistono videocamere dedicate, con un ottimo rapporto qualità/prezzo e microfoni per curare l’audio delle tue produzioni. Ricorda in ogni caso che la differenza più grande la fai tu.

Il piano editoriale

Non lasciare nulla al caso. Ti consigliamo di optare per la stesura di un piano mensile, con calendario di pubblicazione, su cui calcolare i tempi per la produzione. Prima di iniziare un video occupati del copione o della scaletta, con una lista o una sintesi delle cose da dire. Non esagerare con la lunghezza, non funziona. Guarda sempre in camera e verifica il tutto prima di caricarlo sul canale.

L’apertura del canale Youtube

Passiamo al lato più tecnico: l’apertura del canale su Youtube. Nella schermata principale della piattaforma troverai il pulsante Accedi in alto a destra. Esegui l’accesso con un account Gmail e fai clic sulla tua icona in alto a destra, e premi sulla voce Il Mio canale dal menu a tendina.

Puoi scegliere se utilizzare nome e cognome o un nome “d’arte”. Compila tutti i campi e premi il pulsante Crea. Hai appena aperto il tuo canale YouTube, ora puoi personalizzarlo ed apportare tutte le modifiche che desideri.

La qualità

Non devi di certo offrire prestazioni da regista, ma cerca di curare il più possibile sceneggiatura, inquadratura e montaggio dei video. Nel caso in cui tu non abbia mai utilizzato software di montaggio, puoi cominciare con i tanti programmi gratuiti disponibili sul web.

Come si guadagna?

Si guadagna con la pubblicità, quella che viene mostrata prima dei video o sugli stessi. Per averla bisogna diventare partner di YouTube ed essere accettati nel suo programma. Perché ciò avvenga serve un buon numero di visualizzazioni, diversi video sul canale e zero infrazioni relative al copyright o al regolamento della piattaforma. I requisiti minimi corrispondono ad almeno 1.000 iscritti e 4.000 ore di visualizzazione negli ultimi 12 mesi.

Impegnati e sii paziente

Cerca di ampliare il raggio d’azione con il supporto di altre piattaforme social (Facebook su tutte). Impegnati e cerca di essere paziente: non si diventa popolari in un giorno.